Prossimi eventi

  • Non ci sono eventi (per ora...)

Prossimi eventi

<< Lug 2024 >>
lmmgvsd
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Archivio post

Scontro auto-scooter, muore udinese di 53 anni

Incidente mortale sulla 352, tra Aquileia e Grado: vittima una donna, Daniela De Zorzi, residente nel capoluogo friulano

di Elisa Michellut

Lo scooter su cui viaggiava la donna

AQUILEIA. Daniela De Zorzi, 53 anni, residente a Udine, è deceduta, attorno alle 18, in un incidente stradale accaduto lungo la regionale 352, tra Aquileia e Belvedere, all’altezza del ristorante “Ai due Leoni”. La donna, al volante di uno scooter, si è scontrata con un’automobile. Tra i primi a soccorrerla, il suo compagno che, proprio in quel momento, tragedia nella tragedia, stava passando per caso in automobile. L’ha riconosciuta dal giubbotto. La regionale è stata chiusa al traffico per oltre un’ora per consentire le operazioni di soccorso. Pesantissimi i rallentamenti al traffico veicolare.

Complice la calda giornata di sole, moltissime persone hanno approfittato per raggiungere Grado. Daniela De Zorzi stava percorrendo la 352 con direzione Grado Aquileia. Stava tornando a casa dopo una giornata trascorsa al mare. Sotto i vestiti aveva ancora il costume da bagno.

La dinamica del sinistro è ancora da chiarire. Secondo la ricostruzione, pare che Daniela fosse in procinto di sorpassare un’automobile. Ad un tratto, una macchina, con a bordo marito e moglie, entrambi sulla sessantina, sembra stessero viaggiando nella stessa direzione di marcia ma non è ancora chiaro, ha svoltato a sinistra per entrare nel parcheggio del ristorante. Lo scooter della cinquantatreenne si è schiantato contro la portiera dell’auto. Il corpo della donna è stato sbalzato dallo scooter ed è finito contro la recinzione del ristorante.

L’impatto è stato violentissimo. Daniela De Zorzi ha riportato un grave trauma toracico. Immediata la chiamata ai soccorsi. Sul posto, in pochi minuti, sono accorsi, a sirene spiegate, gli infermieri e i medici della Croce Verde Basso Friuli di Cervignano. A coordinarli c’era Giuliana Pantanali, coordinatrice della centrale operativa del 118 ed elisoccorso.

E’ stata lei a soccorrere per prima Daniela. Immediatamente compresa la gravità della situazione, il personale medico ha richiesto l’intervento dell’elisoccorso, decollato dall’ospedale di Udine e già impegnato in un’emergenza in montagna, dove, in una gara di parapendio, c’erano tre persone in difficoltà. Daniela era cosciente. Gli operatori sanitari hanno tentato di rianimarla per un’ora e poi la corsa disperata al pronto soccorso dell’ospedale di Palmanova. Anche in ambulanza si è cercato di fare il possibile per salvarle la vita ma non c’è stato nulla da fare. La donna è morta poco dopo l’arrivo in ospedale. Troppo gravi le ferite riportate. Il corpo senza vita è stato portato nella camera mortuaria dell’ospedale di Palmanova.

Facile immaginare il dolore del compagno che, come detto, proprio in quel momento, stava passando in macchina sul luogo dell’incidente. Una scena straziante. Ha visto Daniela stesa a terra. L’ha riconosciuta dal giubbotto. Illesi, anche se comprensibilmente scioccati, i due coniugi a bordo della vettura. Pare stessero andando a cena. I rilievi sono stati effettuati dagli agenti della Polstrada di Gorizia mentre la polizia municipale di Cervignano ha provveduto a chiudere la regionale e bloccare il traffico. In pochi minuti si sono formate lunghissime code. I veicoli sono stati deviati per Fiumicello e Belvedere.

07 giugno 2014

http://messaggeroveneto.gelocal.it/