Prossimi eventi

  • Non ci sono eventi (per ora...)

Prossimi eventi

<< Giu 2022 >>
lmmgvsd
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

Archivio post

Patto con Roma per promuovere Aquileia

La mostra “Made in” sarà ospitata anche a palazzo Meizlik.

Zanardi Landi: «Grande occasione»

di Elisa Michellut

AQUILEIA. Un’occasione di rilancio e valorizzazione del patrimonio culturale del sito Unesco, un’iniziativa grazie alla quale Roma e Aquileia saranno unite da un unico comune denominatore: promuovere i punti di forza del territorio attraverso la cultura. Ieri, nella capitale, negli spazi dei Mercati di Traiano, è stata inaugurata la mostra “Made in Roma”, dedicata ai marchi di fabbrica e di possesso nell’antica Roma. Marchi, loghi, firme e simboli riempivano la vita degli antichi romani, così come accade oggi per l’uomo moderno: i vetri e i piatti avevano impressi i simboli distintivi dei propri produttori, le derrate alimentari venivano trasportate in botti e anfore timbrate da impresari e commercianti e si usava marchiare schiavi o condannati. Nella mostra sono esposti molti di questi esempi, preziosi reperti provenienti da musei romani e internazionali, tra cui il Museo Archeologico Nazionale di Aquileia. La mostra, promossa da Roma Capitale-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura, resterà aperta fino al 20 novembre e poi, grazie alla Fondazione Aquileia, si sposterà nella città romana. «Il collegamento con il patrimonio aquileiese – spiega Antonio Zanardi Landi, presidente della Fondazione – mi ha fatto pensare che sarebbe giusto prevedere anche una tappa in Fvg e l’amicizia con il Sovrintendente capitolino rende possibile tutto ciò. A dicembre, a Palazzo Meizlik, inaugureremo “Made in Roma and in Aquileia”, che metterà in risalto in particolare i pezzi appartenenti al museo aquileiese. Il marchio, il brand, è oggi il grande punto di forza di tantissimi prodotti italiani, ricercati all’estero per la loro qualità ma anche per il nome, l’immagine, la provenienza. L’auspicio è che molti produttori friulani decidano di associarsi e sostenere l’iniziativa della Fondazione perché è chiaro che se l’acciaio, il legno e il vino prodotti in Friuli sono apprezzati in tutto il mondo questo è dovuto non solo all’abilità dei singoli ma anche all’imbattibile livello della cultura industriale e agricola della nostra regione». Il sindaco Gabriele Spanghero sottolinea come questa iniziativa sia un ulteriore importante tassello della promozione di Aquileia e della valorizzazione del suo patrimonio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

14 maggio 2016

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine