Prossimi eventi

  • Non ci sono eventi (per ora...)

Prossimi eventi

<< Nov 2022 >>
lmmgvsd
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4

Archivio post

Nuova ipotesi di tangenziale dopo le proteste di Aquileia

Animata assemblea tra cittadini, sindaco e gli assessori Santoro e Mattiussi. La strada potrebbe svilupparsi su via Blaserna, intersecando la regionale 352 verso sud

di Elisa Michellut

AQUILEIA. C’è una nuova ipotesi progettuale, pensata per venire incontro alle richieste dei residenti, che, nei giorni scorsi, erano insorti lamentando di non essere stati coinvolti nella discussione in merito al progetto della nuova tangenziale est.

La proposta è stata presentata, mercoledì sera, dal vicepresidente della Provincia, Franco Mattiussi, intervenuto durante l’affollata assemblea pubblica organizzata in municipio dall’amministrazione.

I toni del dibattito, cui hanno preso parte anche l’assessore regionale Mariagrazia Santoro, il sindaco, Gabriele Spanghero, l’assessore, Alviano Scarel, e Maurizio Ionico, presidente della Fuc, sono stati piuttosto accesi.

Numerosi cittadini hanno ribadito di non ritenere prioritaria la realizzazione della tangenziale est per il futuro della città romana. «Prima di pensare a questa strada – le parole dei cittadini – andrebbero risolti i problemi di gestione e manutenzione di Aquileia».

La famiglia Tarlao, proprietaria di un agriturismo, ha espresso con forza la propria preoccupazione per il futuro dell’azienda. «Questo progetto – ha detto la titolare – “taglia” completamente la nostra proprietà».

È stato Mattiussi a proporre la nuova ipotesi progettuale. «La nostra proposta prevede lo spostamento verso sud dell’uscita della strada sulla regionale 352 verso Grado. La strada lambirà la zona Pip, a nord, e si svilupperà su gran parte di via Blaserna. L’intersezione con la regionale 352 sarà spostata verso sud in direzione Grado. La sicurezza risulterà migliorata».

Scarel ha presentato i lavori che l’amministrazione intende realizzare nel prossimo triennio, soffermandosi sulla riqualificazione di via XXIV Maggio. È previsto anche l’abbattimento delle barriere architettoniche. In merito alla bretella Scarel l’ha definita «un atto di rispetto verso i cittadini di Aquileia, che hanno diritto a un paese più vivibile per i suoi abitanti e per coloro che sono interessati a visitarla e a fermarsi».

Dopo l’intervento di Ionico, il quale ha sottolineato l’importanza di progettare un tracciato tenendo dei cambiamenti urbanistici e dei flussi di traffico, l’assessore regionale Santoro ha commentato: «Questa seconda ipotesi forse può venire incontro ai dubbi e alle perplessità dei cittadini.

Dobbiamo approfondire e trovare una soluzione condivisa in merito al problema del traffico di passaggio». Il sindaco Spanghero, a margine dell’incontro, ha aggiunto: «L’intento dell’amministrazione è sempre stato indirizzato alla ricerca di una soluzione del problema traffico limitando al massimo i nuovi interventi sul territorio e ponendo attenzione a tutti i soggetti coinvolti».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

20 maggio 2016

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine