Il Natale di Grado con parcheggi gratis e pista di ghiaccio

Sosta libera in dicembre e fino al 7 gennaio esclusi gli stalli della “zona rossa” attorno al porto. Il pattinaggio sulla diga

di Antonio Boemo

GRADO. Un mese di iniziative in parte pensate per i piccoli e le famiglie. La Rassegna dei Presepi “diffusa”, con l’ingresso di Aquileia e Terzo d’Aquileia. Una rievocazione storica riporterà poi all’epoca di Attila ad Aquileia. E ancora, una pista di pattinaggio sul ghiaccio sulla diga, mentre la Casa della Musica diventerà la Casa di Babbo Natale. Non mancheranno concerti, rappresentazioni teatrali e gli artisti di strada. Il contenitore è denominato “Grado isola del Natale”, presentato ieri alla Casa della Musica. Mancano ancora alcuni inserimenti, uno volutamente mantenuto segreto per creare ulteriore aspettativa. Sono previsti anche diversi altri appuntamenti.

Intanto la giunta delibererà una novità molto rilevante. Lo ha annunciato il vicesindaco Matteo Polo: «Quest’anno l’amministrazione, in virtù della chiusura del ponte, ha voluto incentivare l’arrivo di visitatori sull’isola rendendo gratuiti i parcheggi per il periodo tra il primo dicembre e il 7 gennaio». Sono esclusi dalla gratuità unicamente gli stalli della zona “rossa” (l’area attorno al porto).

Si tratta di un’iniziativa che, pur senza la problematica del ponte, era stata adottata anche da precedenti amministrazioni che avevano voluto incrementare il flusso veicolare durante il periodo natalizio. Anche quest’anno girerà per l’isola il trenino di Natale, collegando il centro al Palazzo regionale dei congressi dove sarà allestita la mostra interna dei presepi.

La Rassegna dei Presepi aprirà i battenti anticipatamente, il 7 dicembre. Ne hanno parlato ieri Matteo Polo assieme a Luisa Contin, vice sindaco di Aquileia, e Francesco Contin, assessore al Turismo di Terzo di Aquileia. Sull’ampliamento alle due realtà della Bassa si è soffermato anche il sindaco Dario Raugna, dichiarandosi evidentemente favorevole all’area vasta. Ha precisato altresì che eventuali diatribe e rivalità campanilistiche non sono comprensibili e poco importano ai turisti i quali invece apprezzano le manifestazioni e gli appuntamenti che uniscono le località. Il vicesindaco Matteo Polo ha illustrato il carnet degli appuntamenti evidenziando che rispetto alla già positiva esperienza dello scorso anno, per questa nuova edizione aumenta il numero degli eventi. Un blocco degli appuntamenti è concentrato sul ponte dell’Immacolata durante il quale sarà attivo anche il Luna Park nei Giardini Oransz. Tra l’8 e il 10 dicembre andrà in scena anche “Grado Heritage 452”, la rievocazione storica dell’antica isola di Grado con luci, suoni, spettacoli, gastronomia e tradizioni locali, come ha illustrato Emanuele Zorino, con la partecipazione di figuranti provenienti da fuori regione come il gruppo di Rovigo. In calendario ci sono il Concerto di Natale della Banca Civica (23 dicembre) con la contestuale premiazione dei migliori sportivi dell’isola. Per i bambini anche quest’anno alla vigilia Babbo Natale arriverà in batela in porto.

Tra gli eventi da segnalare il 26 dicembre la “Marcia del panettone”, una corsa non competitiva di 5 o 12 chilometri, mentre tra il 28 e il 29 saranno di scena gli Artisti di Strada che, ha spiegato Thomas Peres della Compagnia del Carro di Staranzano, animeranno il centro. Non mancheranno le novità con artisti che giungeranno anche dall’Argentina e dal Cile. Per la notte di Capodanno animazione in piazza Biagio Marin con una grande festa allietata dalla “Ostretrika Gamberini” (a cura di Sogit e Admo), mentre per il primo giorno dell’anno nuovo al Palazzo dei congressi la Concordia Chamber Orchestra diretta da Ferdinando Mussutto proporrà “Libertango!”.
Il neo assessore alla Cultura, Sara Polo, ha detto al proposito che anziché i soliti valzer a Grado si è scelto qualcosa di diverso puntando sul tango. Il 2 gennaio le calli del centro storico saranno animate dai musicisti del “Disadattato e la sua Orchestra”; il 5 gennaio l’arrivo delle Varvuole e a chiusura, il 7 gennaio, la Festa della Solidarietà della Sogit.

@anboemo. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

14 novembre 2017

http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste