Comments

Gratton: «Dopo i Concerti in Basilica, attenzione al centenario»

RUDA. Grande successo di pubblico per i Concerti in basilica 2017 – il più importante festival di musica sacra del Nord Italia – organizzati dalla Società per la Conservazione della basilica di Aquileia in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia (Assessorato al Turismo), le Fondazioni Friuli e Carigo, la Saf, la Banca di Credito cooperativo di Staranzano, la provincia di Udine e le Cantine Rigonat di Ruda. «Le serate – ha commentato Pier Paolo Gratton, direttore artistico della manifestazione – sono state seguite da oltre tremila persone complessivamente e sono state tutte apprezzate sia quelle dedicate alla musica sinfonico-corale, cameristica e solistica sia quelle concentrate sulla musica organistica che trova sempre spazio nella nostra programmazione».

« Le nostre finalità sono state apprezzate – ha proseguito Gratton – poiché il pubblico ha capito la filosofia di questi concerti che è in primis quella di proporre all’ascolto musica sacra non sempre fruibile in altri cartelloni, ma anche quello di dare la possibilità ai giovani interpreti regionali di potersi esibire in contesti storicamente affascinanti e pieni di pathos oltre a confrontarsi con realtà artistiche già affermate a livello internazionale».

Ora il lavoro della direzione artistica è già rivolto all’edizione 2018 del festival. ‘’Sarà il centenario della fine della Prima Guerra mondiale la nostra bussola – ha detto ancora Gratton – per una edizione che darà quindi spazio alle pagine sinfonico-corali più importanti della storia della musica».

07 novembre 2017

http://messaggeroveneto.gelocal.it/