Prossimi eventi

  • Non ci sono eventi (per ora...)

Prossimi eventi

<< Ott 2021 >>
lmmgvsd
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Archivio post

Da Aquileia a Lienz: la Julia Augusta in un video

Da Aquileia a Lienz (Auguntum): 150 da raccontare. L’aapuntamento è per stasera.

Porti e trasporti. Ieri come oggi: verso Est e il centro Europa, ovvero verso l’Histria e Iulia Emona (l’attuale Lubiana) e il Noricum (Austria, Germania e Cechia) nei tempi in cui Aquileia era la quarta città dell’Impero romano in Italia, dopo Roma, Milano e Capua. E da Aquileia, sino alla terribile notte del 18 luglio 452 quando Attila conquistò la città, partivano le grandi strade dell’Impero romano dirette a Est, verso Ungheria, Istria e Dalmazia (le vie Postumia e Flavia) e oltre le Alpi, con la via Iulia Augusta, per collegare le banchine fluviali del Natissa e i suoi magazzini a Virunum (Klagenfurt) nonché, attraversando passo Monte Croce Carnico, la città di Aguntum. Quasi 150 chilometri da Aquileia ad Aguntum che saranno raccontati stasera, alle 21, all’auditorium Menossi a San Osvaldo, attraverso le immagini del documentario di Ermanno Del Tatto e Gianni Roiatti, in una serata promossa dal Dopolavoro ferroviario di Udine e il suo presidente Franco Gortan e la collaborazione di Fuc/Ferrovie Udine Cividale.  Un viaggio accompagnati dalle legioni romane di stanza in Friuli, la Legio Ferrata, la Legio Italica, i soldati della X Regio, che si estendeva dal Veneto all’Istria, per capire la storia della nascita e crescita economica di Aquileia e l’importanza dei traffici che da qui si snodavano verso quei territori che ancora oggi, di fatto, rappresentano i grandi mercati dell’export del Friuli.

Nel corso della serata sarà proiettato anche il “corto” a.d. 452 – La caduta di Aquileia. (g.z.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

20 novembre 2015

 http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine