Prossimi eventi

  • Non ci sono eventi (per ora...)

Prossimi eventi

<< Feb 2024 >>
lmmgvsd
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 1 2 3

Archivio post

Controlli e dodici nuove telecamere per arginare l’ondata di furti

Vertice sulla sicurezza tra i sindaci, il prefetto e le forze dell’ordine. Il questore: «I cittadini hanno paura, adotteremo misure opportune per rassicurarli»

di Elisa Michellut

CERVIGNANO. Più controlli e un potenziamento dei sistemi di videosorveglianza. In arrivo dodici nuove telecamere, che saranno installate nei sette Comuni dell’associazione intercomunale del Cervignanese (Cervignano, cui andranno sei telecamere, Aquileia, Fiumicello, Terzo, Villa Vicentina, Ruda e Campolongo Tapogliano). In collaborazione con Questura e Prefettura, inoltre, saranno posizionate alcune videocamere per la lettura delle targhe.

Ieri, in municipio, a Cervignano, c’è stato un vertice sulla sicurezza. Oltre ai sindaci dei sette Comuni dell’associazione, erano presenti il prefetto di Udine, Provvidenza Delfina Raimondo, il questore di Udine, Claudio Cracovia, il comandante provinciale dei carabinieri, Roberto Del Piano, il comandante della Compagnia Carabinieri di Palmanova, Maurizio Maiani, il comandante provinciale della Guardia di Finanza, Stefano Commentucci, e il comandante della municipale, Monica Micolini.

Dati alla mano, è stata presentata una “mappatura” per quanto concerne i fenomeni di microcriminalità rilevati negli ultimi anni. A Fiumicello e Aquileia c’è stato un aumento dei furti.

«I dati non destano preoccupazione – ha commentato il prefetto -. C’è stata una piccola “lievitazione” in alcuni territori (Fiumicello e Aquileia). I furti sono traumatici e creano allarme. Per questo saremo ancora più presenti. Dobbiamo fare i conti con un nomadismo criminale e su questo punto abbiamo fatto un ragionamento specifico. La videosorveglianza sarà potenziata e ottimizzata per renderla ancora più mirata ed efficace».

Il questore ha aggiunto: «Si è incrinata, da parte dei cittadini, la percezione della sicurezza, dobbiamo lavorare per invertire questa tendenza. Attueremo una presenza coordinata e integrata sul territorio. Organizzeremo anche incontri con i residenti. I dati non sono preoccupanti. Nell’ultimo trimestre, ad ogni modo, tra Aquileia e Fiumicello, c’è stato un picco di furti in abitazione. Metteremo in campo misure opportune».

Il sindaco di Fiumicello, Ennio Scridel, ha fatto il punto della situazione. «A Fiumicello siamo passati da otto casi nel 2012 a ventotto casi nel 2014, di cui diciannove nell’ultimo trimestre. Quasi un accanimento. È stata confermata una maggiore presenza sul territorio, da parte di carabinieri e polizia. Si lavorerà anche assieme alla Questura di Gorizia».

Soddisfatto il sindaco di Cervignano, Gianluigi Savino, che ha particolarmente a cuore la questione sicurezza.

«Abbiamo avuto modo di capire – ha dichiarato – il livello di collaborazione tra tutte le componenti interessate a garantire il fondamentale diritto alla sicurezza dei nostri cittadini. Non dobbiamo abbassare la guardia. Ci saranno servizi coordinati e dodici nuove telecamere, di cui sei a Cervignano. Non saranno collocate più sugli edifici, ma lungo le vie di accesso alla cittadina e, quindi, ai Comuni dell’associazione».

Una videocamera è già stata installata all’incrocio delle rotonde. Si sta valutando dove posizionare le altre. Anche le frazioni di Strassoldo, Muscoli e Scodovacca saranno incluse nel piano sicurezza. «Ci saranno – ha concluso Savino – anche alcune telecamere per la lettura delle targhe nei luoghi strategici».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

27 gennaio 2015

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine