Comments

Via ai lavori di abbattimento e sostituzione del ponte girevole, che finiranno a marzo. Traffico rivoluzionato: ecco la mappa

di Antonio Boemo

GRADO. Da lunedì il Ponte Matteotti, che attraverso la translagunare collega Grado alla Bassa friulana, sarà chiuso al traffico. Inizieranno le opere di demolizione del tratto girevole del manufatto che risale al 1936. Sarà demolito a pezzi e per completare l’opera ci vorrà circa un mese. Poi inizieranno le operazioni per realizzare l’incastro sul perno girevole. Quindi, saremo già a marzo 2018, sarà completata l’installazione del nuovo tratto girevole di 36 metri, prevedendo anche la pista ciclabile.

Il ponte si trova nei magazzini veneti della ditta Zara e sarà trasportato a Grado via mare, a bordo di una grande chiatta. Dunque, fino a fine lavori (previsti entro il prossimo marzo) risulta necessario chiudere al traffico veicolare l’accesso a Grado attraverso il ponte girevole, ferma la percorribilità del resto della Regionale 352 translagunare.

«Siamo ben consci che la chiusura del ponte comporterà disagi – dichiara l’amministratore unico di Fvg Strade, Giorgio Damiani – ma è un passaggio necessario per poter predisporre il nuovo ponte. Abbiamo fatto il possibile per comprimere al massimo i periodi di queste attività e per concordare preventivamente con la comunità di Grado e con gli operatori economici, compresi i gestori del trasporto pubblico, le migliori soluzioni possibili, allontanando i lavori dalla stagione estiva e dall’impatto sull’indotto del traffico vacanziero». Damiani aggiunge: «In considerazione della notevole frequentazione del corrispondente tratto della Ciclovia Alpe Adria (da Salisburgo arriva a Grado), è stato deciso per la prima volta di posizionare una segnaletica dedicata ai ciclisti per le indicazioni delle deviazioni del percorso (Aquileia – Val Cavanata – Grado e viceversa)».

Per la direttrice Udine-Grado si tratta di percorrere le seguenti strade: Sr 352, Sr 352 var., raccordo Sr 352 var. con Ss 14, Ss 14, Sp 2, Sp 20, Sp 19 (viceversa per la Grado-Udine). In altre parole, per gli automobilisti è necessario uscire utilizzando la provinciale per Monfalcone e imboccare le deviazioni previste, la prima delle quali è il Ponte Cucchini, di collegamento a Fiumicello. Per raggiungere l’autostrada è possibile arrivare fino alla rotatoria prima di Bistrigna e dirigersi al casello di Redipuglia.

Quanto al trasporto pubblico locale, la deviazione sarà attuata, in ambo i sensi di marcia, lungo le Sp 91, 68, 23 e 19, e la circolazione consentita solo ai mezzi di trasporto pubblico con massa a pieno carico non superiore a 18 tonnellate. Saf e Apt comunicano che le corse in partenza dall’autostazione di Grado effettueranno le fermate tra riva Slataper (Terme), viale Argine dei Moreri, Valle Goppion e Sp 19. Raggiungeranno poi Aquileia, via Beligna, lungo le Sp 19, 68 e 91. Le partenze da Grado delle corse Saf e di alcune corse Apt verranno anticipate per consentire a studenti e lavoratori di arrivare a destinazione in orario.

Le corse per Grado rispetteranno gli orari di partenza arrivando a destinazione con un ritardo di circa 20 minuti, oppure sarà anticipata la partenza dal capolinea per consentire l’arrivo a Grado in tempo utile.

Tutti gli orari e le deviazioni del caso sono disponibili sui siti www.saf.ud.it e www.aptgorizia.it sui quali saranno pubblicate eventuali variazioni o aggiornamenti. Gli avvisi con i nuovi orari, a Grado, sono disponibili nelle biglietterie.

@anboemo. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

25 novembre 2017

http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste