Aquileia, il Museo archeologico si è rifatto il look

Inaugurata la nuova area espositiva alla presenza del ministro Bonisoli. la direttrice Novello: “Museo fruibile ad un pubblico ancora più vasto”

Una sala del museo (foto Bonaventura)

(Una sala del museo (foto Bonaventura)

AQUILEIA. Sale a tema, nuovi allestimenti, spazi resi più accessibili, una storia più completa e più fruibile: è il nuovo Museo Archeologico nazionale (MAN) di Aquileia appena restaurato e inaugurato oggi alla presenza del ministro per i beni e le attività culturali, Alberto Bonisoli, a 136 anni esatti dalla sua apertura.

È stata Marta Novello, direttrice del museo, a delineare la filosofia che è stata alla base del restauro. «Abbiamo voluto rendere il museo fruibile ad un pubblico ancora più vasto – ha esordito Novello -. Abbiamo voluto che la storia di Aquileia uscisse chiara e limpida nella sua grandezza a quanti si avvicineranno alle sale. Abbiamo voluto valorizzare pezzi unici che raccontano la grandezza di questa città che nei primi secoli dopo Cristo era una delle città più importanti dell’Impero», ha proseguito. Novello ha poi aggiunto di aver voluto «rendere il museo fruibile ad un numero ancora maggiore di persone, farlo insomma un museo vivo – ha spiegato – che vada oltre le classificazioni tradizionali.

{}

Abbiamo voluto mettere al centro – ha concluso – la città romana di Aquileia». Un percorso e un lavoro che sono stati approvati dal ministro Bonisoli e anche dall’assessore regionale alla cultura, Tiziana Gibelli. Il Sindaco di Aquileia, Gabriele Spanghero, ha invece auspicato che «l’interesse della politica romana per Aquileia possa proseguire e ancora di più implementarsi. Da soli – ha concluso – non potremmo andare da nessuna parte».

03 agosto 2018

http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste