Comments

AQUILEIA. La città romana ha reso omaggio ai caduti sepolti nel cimitero degli eroi, a ridosso della Basilica. Nei giorni scorsi, il gruppo alpini di Aquileia ha organizzato la tradizionale cerimonia di commemorazione. La manifestazione, sottolinea il capogruppo, Matteo Rosin, è stata particolarmente partecipata. Hanno preso parte all’iniziativa numerose delegazioni giunte da varie località italiane. Erano presenti, tra gli altri, la sezione alpini di Vercelli, gemellata con il gruppo di Aquileia, e le rappresentanze del Comune di Agnadello (Cremona), che conta ben 49 caduti nella Grande Guerra, e di Servigliano (Fermo), che piange 53 caduti. «Le due comunità erano rappresentate dai sindaci – fa sapere Rosin -. Ai primi cittadini sono state consegnate le medaglie commemorative del centenario della Grande Guerra, con impresso il nominativo dei loro concittadini deceduti in quel conflitto. Erano anche presenti i familiari di altri 10 caduti provenienti da varie regioni italiane. Le dieci medaglie commemorative sono state consegnate dalle varie autorità civili e militari ai familiari, particolarmente commossi per l’omaggio reso ai loro congiunti defunti cent’anni fa». (e.m.)

01 novembre 2017

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine