Grandi mostre e nuovi musei: oltre 100 mila presenze nel 2018



I turisti nella stagione invernale sono aumentati del 3%. Nuovi eventi a maggio Il sindaco Spanghero: a breve la sistemazione di via Salvemini per accedere ai siti

Nella città romana continuano a crescere le presenze, grazie alla destagionalizzazione dei flussi turistici. La sinergia tra Comune e Fondazione Aquileia si rivela vincente. A fare la differenza sono le grandi mostre, promosse dalla Fondazione nei mesi scorsi, ma anche alcuni nuovi servizi pensati per attrarre i turisti, aumentati del 3 per cento. 

«Abbiamo iniziato con la mostra dedicata al Bardo – spiega il direttore della Fondazione, Cristiano Tiussi – ponendoci tra gli obiettivi, assieme al presidente Antonio Zanardi Landi, di presentare eventi di grande spessore anche durante la stagione autunnale e invernale. Una scelta di destagionalizzazione che, allora, poteva essere considerata temeraria, ma che i turisti e i visitatori di Aquileia hanno, in questi anni, dimostrato di gradire». 

Lo scorso anno, l’Aula Sud del Battistero e la Domus e Palazzo Episcopale hanno registrato rispettivamente 52. 684 e 54. 979 presenze, in costante ascesa negli ultimi anni. 

Il sindaco, Gabriele Spanghero, annuncia nuovi progetti in cantiere. «In quest’ottica – le parole del primo cittadino – vanno lette tanto le opere di valorizzazione, che consentono di fruire del patrimonio storico al di fuori della stagione estiva, tanto le iniziative di carattere multimediale, che consentono un parallelismo tra le ricostruzioni virtuali e i reperti storici. Abbiamo già avviato alcuni importanti progetti. Al fine di rendere la cittadina più gradevole è in corso di ultimazione il primo lotto di riqualificazione dell’area di eccesso del porto fluviale. Il secondo lotto, a carico della Fondazione Aquileia, grazie a una convenzione stipulata con il Comune, invece, prevede la sistemazione di via Salvemini in chiave turistica per raggiungere più agevolmente il museo Paleocristiano di piazza Pirano». 

Tra le novità c’è anche una nuova app, realizzata da Ikon e scaricabile su smartphone e tablet, che ricostruisce in maniera virtuale la storia della Basilica. È stata la Fondazione “Società per la conservazione della Basilica” a finanziare il nuovo progetto. Sempre nell’ottica di destagionalizzare le presenze, il Museo Archeologico Nazionale, seguendo l’iniziativa del Ministero “Io vado al museo”, ha introdotto, ricorda la direttrice, Marta Novello, una serie d’ingressi gratuiti distribuiti nel corso di tutto l’anno.

Il prossimo appuntamento sarà il 25 aprile. Il museo resterà aperto anche il Primo Maggio. Inoltre, per tutto il mese di maggio, sarà possibile partecipare a una nuova iniziativa, che nasce dalla collaborazione tra museo, Fondazione Aquileia e Associazione Imprenditori Città di Aquileia. Ogni settimana si potrà riscoprire un’area archeologica con la guida di un esperto. L’itinerario tematico, partendo dalle sale del museo, raggiungerà le aree di scavo facendo dialogare reperti e monumenti. — 

https://messaggeroveneto.gelocal.it/udine
Elisa Michellut

25 APRILE 2019