Festa per i 2.200 anni di Aquileia

Prosegue il ricco calendario di eventi messo a punto dalla Società friulana di archeologia per celebrare il ‘compleanno’ della città patriarcale

Festa per i 2.200 anni di Aquileia

02 aprile 2019
Si chiama ‘Archeoinsieme – Aquileia Mater’ il ricco programma di iniziative messe a punto dalla Società friulana di archeologia, con il sostegno della Regione e della Fondazione Friuli e il patrocinio di Consiglio regionale, Comune di Aquileia, Comune di Udine, Fondazione Aquileia e Fondazione Carigo, per festeggiare in grande stile i 2.200 anni dalla nascita di Aquileia.
Sabato 6 aprile, alle 10.30, con ritrovo in piazza Capitolo, sarà celebrato l’anniversario del riconoscimento de “La Patrie dal Friûl”, a cura di Maurizio Buora; conversazione (dentro o fuori dalla basilica di Aquileia, a seconda delle condizioni metereologiche) sul significato della data del 3 aprile 1077, presunta nascita dello stato patriarcale. Si rifletterà, in particolare, sulla diffusa ignoranza che circonda queste celebrazioni e sulla mistificazione dei fatti a opera di persone a dir poco scarsamente informate. A corollario, una serie di annotazioni relative alla figura di Popone, vero fondatore di uno Stato nei limiti in cui questo concetto moderno si può applicare a realtà così diverse e remote. Al termine, per chi si prenota entro giovedì 4 aprile in segreteria o via mail a archeofriuli@gmail.com, un veloce incontro conviviale al ristorante Al Corallo (via Beligna, 3 – Aquileia), al costo di 17 euro a persona.
Venerdì 12 e sabato 13 aprile, è in programma il convegno su ‘Aquileia e il suo suburbio nelle ricerche archeologiche degli ultimi due decenni’. Saranno presentati al pubblico i risultati delle ricerche archeologiche (scavi e indagini di superficie) condotte negli ultimi due decenni ad Aquileia e nel suo suburbio. Si tratta in molti casi di ricerche di ampio respiro, condotte da numerose istituzioni italiane e straniere, in stretta collaborazione con la Soprintendenza regionale, articolate su piani e temi diversificati e complessi, che hanno condotto all’acquisizione di numerosi elementi di interesse e di novità nel panorama degli studi aquileiesi.
L’incontro costituisce l’occasione per la divulgazione scientifica dei dati raccolti, in parte ancora inediti o poco noti, e al tempo stesso per una informazione aperta al più ampio pubblico.
Non mancheranno, poi, incontri di carattere divulgativo nelle scuole e in vari centri della Regione (ad Aquileia e nelle altre sedi di sezioni della Società friulana di archeologia) su Aquileia, la sua storia ed il suo significato.
Venerdì 10 maggio, poi, una giornata di studio in ricordo del “25° anniversario della morte di Amelio Tagliaferri”Sabato 11 maggio, giornata di promozione e divulgazione del materiale archeologico di Pasiano di Pordenone (a scuole e cittadinanza) proveniente dal territorio, lungo l’antica via Postumia (in territorio di Aquileia).
Nella seconda metà di giugno e luglio, scatta il Corso di introduzione e specializzazione per operatori di archeologia subacquea. Dal 19 al 24 agosto, poi, ‘Saxa loqvvntvr – monumenti inscritti romani dal Friuli – VI Corso estivo di epigrafia’, con base ad Aquileia.

http://www.ilfriuli.it/index.aspx