Bestie del passato per i 2.200 anni della fondazione

Una mostra unica. Animali vivi, in carne e ossa, circolavano in città, proteggevano, riscaldavano, facevano compagnia. In occasione dei 2.200 anni dalla fondazione di Aquileia, il Gruppo Archeologico Aquileiese organizza la mostra “Bestie e mostri ad Aquileia. Uso e persistenze delle figure animali tra natura e simbolismo dall’età romana al Rinascimento”. L’esposizione, patrocinata da Comune e Fondazione Carigo, si propone di far emergere due aspetti legati alle raffigurazioni di animali presenti ad Aquileia e territori limitrofi nei reperti e nelle opere d’arte tra antichità e Rinascimento: quello simbolico e quello naturalistico. I principali musei della regione, in alcuni casi hanno concesso reperti solitamente non esposti. L’inaugurazione è prevista per oggi, alle 18.30, a Palazzo Meizlik. La mostra rimarrà aperta fino al 7 luglio, da martedì a domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Ingresso gratuito. Prevista la possibilità di visite guidate scrivendo a gaa@aquileiarcheologia.it. —
25 APRILE 2019

E.M.

https://messaggeroveneto.gelocal.it/udine