Comments

AQUILEIA. Dieci giorni per mettersi in regola: tanto durerà la sospensione della licenza decisa dal questore di Udine, Claudio Cracovia, nei confronti del locale notturno “Al Fortino” di Aquileia. Il provvedimento è stato notificato venerdì alla titolare, la gradese Angela Marchesan, dagli agenti della Squadra amministrativa della Questura di Udine, coordinata dal primo dirigente Graziella Colasanto. Era stato il controllo effettuato nel locale insieme ai carabinieri la notte del 26 agosto, in occasione di una festa per giovani pubblicizzata attraverso Fb, a fare emergere elementi di criticità nell’organizzazione dei dispostivi di sicurezza del locale. La polizia aveva rilevato carenze sia rispetto alla presenza di uscite di emergenza fruibili e illuminate e al certificato di prevenzione incendi, sia nella gestione della somministrazione dell’alcol ai minorenni. La norma prevede infatti l’obbligo di chiedere un documento di identità ai ragazzini di cui non risulti manifesta la maggiore età. Quella sera, tuttavia, diverse decine di giovani erano risultati sprovvisti di documento e due di loro, entrambi con meno di 14 anni, erano stati riaffidati ai genitori. L’occasione era valsa anche per valutare la posizione dei dipendenti. La documentazione prelevata è stata trasmessa ai carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro.

03 settembre 2017

 http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine