57a Selezione del vino di Aquileia e della Riviera Friulana

Il comparto enoico regionale è un’eccellenza, ha detto Zannier, ma le sfide da vincere sono ancora tante. Oltre 140 i vini delle aziende Doc Friuli Aquileia, Latisana e Annia degustati presso Villa Iachia, a Ruda

«Il comparto enologico regionale è, indubbiamente, un’eccellenza del territorio, ma le sfide da vincere sono ancora tante». Ha detto l’assessore alle Risorse agroalimentari, Stefano Zannier, intervenendo all’apertura delle degustazioni della “57ma Selezione del vino di Aquileia e della Riviera Friulana”, svoltasi recentemente a Villa Iachia di Ruda. «La Regione, dopo aver ascoltato tutti i protagonisti del comparto, metterà in campo una nuova strategia di promozione che valorizzi tutte le eccellenze, insieme – ha proseguito -. Quello che conta è che la sintesi delle proposte arrivi dalla filiera. Poi la politica prenderà le sue decisioni».

«Da oltre 50 anni – ha aggiunto Franco Clementin, presidente del Consorzio della Doc Friuli Aquileia – il nostro Consorzio ospita la Selezione per presentare, poi, i suoi migliori prodotti al pubblico. Lavoriamo insieme da molti anni con i colleghi della Riviera Friulana mantenendo Aquileia, simbolicamente ma non a caso, come capitale e luogo di riferimento per tutti».

L’obiettivo della Selezione, infatti, è quello di far conoscere, valorizzare e promuovere le migliori produzioni enologiche dei territori della Riviera Friulana, nonché di premiare e stimolare lo sforzo delle aziende vinicole delle Doc Friuli Aquileia, Latisana e Annia al continuo miglioramento qualitativo dei loro vini.

La degustazione ha visto la presenza di 50 esperti degustatori, professionalmente guidati dal vicepresidente e responsabile delle degustazioni di Assoenologi Fvg, Matteo Lovo, suddivisi in 10 Commissioni composte ognuna da 5 Commissari. Ciascuna Commissione ha assaggiato dai 14 ai 15 vini per un totale di oltre 140 campioni suddivisi in 5 categorie (vini bianchi tranquilli, vini bianchi aromatici, vini bianchi spumanti e frizzanti, vini rossi e, categoria dedicata, Refosco dal peduncolo rosso).

Per la degustazione, organizzata dal Consorzio Tutela Vini Doc Friuli Aquileia in collaborazione con gli omologhi Friuli Latisana e Friuli Annia e con il patrocinio dell’Ersa, del Comune di Ruda e del Consorzio delle Doc-Fvg, sono stati utilizzati circa 1.000 calici e sono state impiegate 11 persone per il servizio.

Alla serata, erano pure presenti il sindaco di Ruda, Franco Lenarduzzi e il presidente di Assoenologi Fvg, Rodolfo Rizzi.

Le premiazioni avranno luogo nel corso la 4^ edizione della Festa del Refosco, organizzata dal Comune di Cervignano del Friuli, che si terrà domenica 2 settembre presso il parco di Villa Chiozza, a Scodovacca di Cervignano. Sarà premiato il miglior vino per ogni categoria e la miglior azienda.

http://www.ilfriuli.it/index.aspx