Un treno “storico” per collegare domenica le tre città Unesco

Viaggio da Trieste a Cividale via Udine per circa 300 persone Non solo Cities Marathon assieme ad Aquileia e Palmanov

L’Unesco Cities Marathon, stavolta, non sarà evento isolato, scollegato dal palinsesto turistico cividalese: per sfruttare al meglio le potenzialità della circostanza, non limitandosi – pecca delle edizioni passate – a fare da scenario al vivace start della competizione, la città ducale ha aderito a un progetto che nella data della gara, domenica 31 marzo, promette di veicolare in loco quasi 300 persone tramite un treno storico che partirà da Trieste.

«La nostra città – annuncia la vicesindaco Daniela Bernardi – sarà il capolinea di un viaggio su rotaia dedicato proprio ai siti Unesco toccati dalla maratona, Cividale appunto, Palmanova e Aquileia. Il convoglio storico si muoverà dal capoluogo regionale alle 7.45; l’arrivo a Udine è previsto per le 11.30. A quel punto i passeggeri saliranno su un treno della Fuc per raggiungere la cittadina longobarda. La comitiva sarà ricevuta in stazione dalle autorità, che illustreranno il programma della giornata».

Si inizierà con il pranzo in un locale convenzionato, all’insegna della sinergia con gli esercenti locali e, parallelamente, dell’attenzione agli ospiti. «Nel pomeriggio – annuncia la vicesindaco – proporremo un itinerario atipico, che non si focalizzerà esclusivamente, cioè, sul patrimonio Unesco: il tour prenderà il via al Museo cristiano e del tesoro del Duomo (sotto la guida della sua direttrice, Elisa Morandini) per proseguire, poi, a palazzo de Nordis, che in questo periodo ospita due preziose mostre dedicate a marionette e burattini. Vogliamo presentare Cividale sotto la nuova luce di piccola capitale del teatro di figura».

Spazio, quindi, alle visite libere dei monumenti e chiusura, infine, in un polo di cultura che si sta facendo progressivamente conoscere e apprezzare, il museo della Grande Guerra, nella vecchia stazione. Seguirà il rientro a Udine.

«Ma ci sarà un ulteriore momento legato all’Unesco Marathon – anticipa Bernardi –, finalizzato a creare un clima di attesa e di partecipazione: venerdì il teatro Ristori accoglierà una serata improntata a sociale e beneficenza. Determinante, nell’organizzazione di entrambi gli appuntamenti citati, l’apporto del consigliere Giovanni Cozzi». —

https://messaggeroveneto.gelocal.it/udine